2 GIUGNO, VISITA ALLE GROTTE DI STIFFE, CALASCIO E L’AQUILA.

ITINERARIO DI VIAGGIO

VENERDÌ 1 GIUGNO

In serata: Arrivo presso l’area camper delle Grotte di Stiffe.

Pernottamento presso l’area camper delle Grotte di Stiffe.

=> Il pernottamento presso l’area camper è libero, in base alla disponibilità degli stalli. Ci sono a disposizione 5 piazzole fornite di colonnina per il collegamento alla corrente elettrica (a pagamento) e altro spazio per la sosta dei mezzi.

SABATO 2 GIUGNO

Ore 10.00: Visita delle Grotte di Stiffe, uno dei fenomeni carsici più conosciuti d’Italia, nel Parco Regionale Sirente Velino, con un suggestivo torrente sotterraneo che forma all’interno della cavità cascate di straordinaria bellezza.

Ore 12.00: Visita di “L’Aquilandia, l’Abruzzo aquilano in miniatura”, con riproduzioni in scala (plastici e diorami) di alcuni monumenti, parchi e siti archeologici più rappresentativi del patrimonio architettonico e naturalistico dell’Abruzzo aquilano. Con l’ausilio di un’audio guida, attraverso una passeggiata tra i monumenti e le suggestive ambientazioni, è possibile cominciare a conoscere lo scenario paesaggistico secondo la filosofia dell’imparare… divertendosi, trasformando arte, educazione ambientale, scienza e storia in esperienze divertenti e percorsi istruttivi e stimolanti anche per i più piccoli.

Ore 13.00: Pranzo libero. Volendo è possibile usufruire dell’area Pic-Nic delle Grotte di Stiffe, un’area attrezzata con barbecue (gazebo e tavoli disponibili in affitto).

Ore 15.00: Partenza per Calascio e Santo Stefanio di Sessanio.

Ore 15.45: Arrivo a Calascio e passeggiata per la visita della Rocca di Calascio, uno dei luoghi più suggestivi d’Abruzzo, che dagli anni ottanta è stato utilizzato come ambientazione di vari film, tra i quali spiccano Lady Hawke e Il Nome della Rosa. Passeggiata panoramica lungo il sentiero che porta alla suggestiva rocca a 1400 metri di altitudine, visita della Rocca, del borgo e della chiesa ottagonale di Santa Maria della Pietà (esternamente).

Ore 17.30: Partenza per Santo Stefano di Sessanio.

Ore 17.45: Arrivo a Santo Stefano di Sessanio e passeggiata tra le stradine e gli angoli più caratteristici del bellissimo borgo medievale. Nel corso della passeggiata, sarà possibile assistere ad una dimostrazione di tombolo e faremo una degustazione presso un locale tipico del borgo, sorseggiando vini abruzzesi e assaporando prodotti tipici della zona.

Ore 20.00: Partenza per l’Aquila.

Ore 20.35: Arrivo a L’Aquila.

Pernottamento presso area sosta comunale.

DOMENICA 3 GIUGNO

Ore 09.30: Visita della città dell’Aquila, passeggiata in centro storico e visita della Basilica di Santa Maria di Collemaggio (fondata nel 1288 per volere di Pietro da Morrone, qui incoronato papa con il nome di Celestino V il 29 agosto 1294, è considerata la massima espressione dell’architettura abruzzese, oltre che il simbolo della città; dal 1327 ospita le spoglie del pontefice, attualmente conservate all’interno del mausoleo di Celestino V; la Basilica è sede di un giubileo annuale, il primo della storia, noto con il nome di Perdonanza Celestiniana e pertanto, è caratterizzata dalla presenza di una Porta Santa sulla facciata laterale), la Basilica di San Bernardino (costruita, con l’adiacente convento, fra il 1454 ed il 1472 in onore di San Bernardino da Siena, le cui spoglie sono custodite all’interno del mausoleo del Santo; la facciata, eretta nel secolo successivo da Cola dell’Amatrice, è considerata la massima espressione dell’architettura rinascimentale in Abruzzo).

Visita dall’esterno del Forte Spagnolo (anche noto come Castello Cinquecentesco, è una fortezza dell’Aquila; venne costruito nel corso di un grandioso progetto di rafforzamento militare del territorio avvenuto durante la dominazione spagnola in Italia meridionale nella prima metà del cinquecento) e del Parco del Castello, dove è ubicato l’Auditorium del Parco (un complesso ad uso musicale e teatrale, progettato dall’architetto Renzo Piano e realizzato grazie al contributo della provincia autonoma di Trento in segno di solidarietà dopo il terremoto del 2009).

Ore 13.00: Pranzo libero.

Ore 15.00: Visita al MUNDA, Museo Nazionale d’Abruzzo. Storicamente ospitato nel Forte spagnolo, in seguito al terremoto dell’Aquila del 2009, la collezione principale del museo è stata resa accessibile nei locali dell’ex mattatoio. Il complesso è situato a Borgo Rivera, uno dei quartieri più antichi della città, adiacente le mura urbiche. L’area, a forte connotazione turistico-monumentale, è caratterizzata dalla presenza della fontana delle 99 cannelle e della chiesa di San Vito alla Rivera.

Visita alla Fontana delle 99 Cannelle, costituita da novantatre mascheroni in pietra e sei cannelle singole, dalla maggior parte dei quali sgorga l’acqua. Secondo la tradizione, le cannelle rappresenterebbero i novantanove castelli del circondario che, nel XIII secolo, parteciparono alla fondazione dell’Aquila.

Ore 17.00: Rientro.

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

Responsabile dell’uscita: Alfredo Condò 388 657 2684

Numero massimo di equipaggi: 15
Anticipo da versare in sede entro il 25 maggio: € 10,00